Svelare l'Annunciazione: diagnostica e restauro per la comprensione di uno dei capolavori di Benozzo Gozzoli
Art-Test di Luciano Marras e C. – ICCOM-CNR Pisa

Nel corso dell’incontro tecnico che avrà luogo il 10 novembre 2012 presso il Salone del Restauro di Firenze saranno illustrati i risultati ottenuti dall’intervento di restauro di una delle opere più significative della città di Narni (TR): l’Annunciazione della Vergine di Benozzo Gozzoli (1420-1497).
La serie di indagini condotte da Art-Test di Pisa, sotto la diretta supervisione scientifica del gruppo di ricerca dell’ICCOM-CNR, ha coadiuvato le accuratissime operazioni di restauro eseguite dalla C.B.C. e dirette dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria. Malgrado una vicenda conservativa assai travagliata, ricostruita incrociando le tracce rilevate sull’opera, le foto storiche e i dati analitico-diagnostici, l’opera ha fornito innumerevoli informazioni sui procedimenti tecnici e pittorici adoperati dall’artista.
L’obiettivo dell’intervento di recupero è stato proprio quello di restituire una piena leggibilità all’opera, consentendo di apprezzare le innovazioni artistiche e la consolidata preparazione tecnica dell’artista Benozzo Gozzoli.
L’Annunciazione narnese, che ripropone nell’immagine di Maria quella presente nella predella dell’Assunzione della Pinacoteca Vaticana, è stata interessata da un’approfondita campagna diagnostica con tecniche tra le più avanzate del settore, realizzate e implementate internamente all’azienda pisana: Imaging multispettrale nel visibile, riflettografia IR a scansione, IR in falso colore, fluorescenza UV associata all’analisi multilayer (brevettata da Art-Test) , 3D multispettrale, misure colorimetriche e inoltre indagini puntuali su microprelievo (analisi in sezione lucida, al SEM, in spettroscopia LIBS e Ft-IR), XRF, termografia attiva long wave e radiografia digitale. Grazie alla tecnica multilayer, che ha la potenzialità di indagare in profondità gli strati pittorici sfogliando virtualmente i relativi spessori al variare della lunghezza d’onda, inoltre, è stato possibile ispezionare superficialmente le stesure di vernice, evidenziare i molteplici ritocchi e recuperare in profondità la lettura dell’impianto compositivo e i diversi pentimenti.




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
via Luigi Pirandello, 21 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
tel. 02 36526477 - fax 02 36526538 - info@csarcheometria.it