Un nuovo metodo per la devitalizzazione dei muschi e licheni che colonizzano i nostri monumenti
Mauro Tretiach, Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste

La crescita sui monumenti di muschi e licheni è un evento tutt’altro che raro che può richiedere interventi di eliminazione, sia per motivi estetici sia di salvaguardia del manufatto.
Trattamenti di devitalizzazione, molto spesso basati sull’uso di biocidi, vengono in genere seguiti dalla rimozione meccanica del materiale. Di recente, è stato messo a punto un nuovo processo di devitalizzazione, semplice quanto efficace, che si basa su una peculiare caratteristica fisiologica di muschi e licheni. Questi organismi, infatti, sono tolleranti alle alte temperature se sono secchi, ma termosensibili se idratati.
Il trattamento consiste quindi nel portare le superfici colonizzate, mantenute artificialmente idratate, a una temperatura di 55 °C per tre-sei ore. Questo trattamento non causa alcun danno al substrato, ma è sufficiente per uccidere anche il più resistente dei muschi o dei licheni senza l'uso di alcun biocida. Nelle immagini si nota l’aspetto di campioni del muschio epilitico Tortella nitida prima dei trattamenti termici (a) e in seguito a trattamento termico umido (6 ore sotto il sole in una normale giornata estiva, con la copertura di un telo di nylon, dopo abbondante bagnatura delle superfici), dopo 16 giorni di recupero (b). Trattamenti a temperature inferiori sono comunque sufficienti per debilitarli così tanto da poterli uccidere con l’applicazione di biocidi a concentrazioni dalle 10 alle 100 volte inferiori a quelle consigliate dai produttori.
I fenomeni in gioco sono ben noti agli ecofisiologi dagli anni Cinquanta, ma sono sempre stati considerati più che altro una sorta di curiosità biologica. In questo caso, invece, essi rendono possibile un nuovo approccio metodologico, che ridurrà il rischio di esposizione alle sostanze chimiche, con evidenti benefici anche per l’ambiente.


Foto: Dott.ssa Giulia Pipan, Trieste.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
via Luigi Pirandello, 21 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
tel. 02 36526477 - fax 02 36526538 - info@csarcheometria.it