Il progetto MEMORI si pone come uno strumento di conoscenza innovativa e di sviluppo tecnologico nel mercato europeo, allo scopo di sviluppare e commercializzare dei sistemi di monitoraggio ambientale accessibili e funzionali, per piccoli e grandi istituti culturali Europei. Tale progetto internazionale di ricerca applicata riceverà un totale di tre milioni di euro dalla Comunità Europea nei prossimi tre anni.

Il progetto MEMORI riunisce 14 gruppi di ricerca e istituti del patrimonio culturale europei: Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Irlanda, Italia, Romania, Spagna e Regno Unito, coordinati dall’Istituto Norvegese per la Ricerca dell’Aria NILU (http://www.nilu.no/). L’Italia è rappresentata dal Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Pisa, con il gruppo di ricerca SCIBEC (Scienze Chimiche per la Conservazione del Patrimonio Culturale).

Il progetto MEMORI è focalizzato sugli inquinanti ambientali che si possono comunemente trovare nel micro ambiente che circonda le opere d’arte e che possono essere nocivi alla loro conservazione. Il progetto si pone di sviluppare una nuova generazione di strumenti di monitoraggio ambientale, i dosimetri, economicamente efficienti, accessibili e di facile utilizzo. In questo modo, i conservatori avranno la possibilità di sapere in tempo reale se un’opera d’arte è posizionata in una locazione idonea, o se è necessario prendere dei provvedimenti per migliorarne le condizioni di conservazione e/o esposizione.
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
via Luigi Pirandello, 21 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
tel. 02 36526477 - fax 02 36526538 - info@csarcheometria.it