Pisa: gli affreschi del Camposanto sotto osservazione
Stefano Legnaioli, Vincenzo Palleschi
ICCOM-CNR

Dal 1987 il complesso monumentale della Piazza del Duomo di Pisa è stato riconosciuto dall'UNESCO "Patrimonio Mondiale dell'Umanità". Al suo interno, oltre alla celeberrima torre pendente, la piazza ospita lo storico Camposanto Monumentale, uno straordinario chiostro quadrangolare che, con la sua facciata marmorea, conclude a Nord la Piazza dei Miracoli. Il cimitero monumentale fu concepito per la sepoltura dei morti, ma anche per l'ammaestramento dei vivi, invitati a riflettere sulla vita terrena ed eterna grazie al grandioso ciclo di affreschi esposti. Questi ultimi, a causa dei terribili danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale, sono sottoposti a un delicato e minuzioso intervento di restauro e monitoraggio. A questo proposito, i ricercatori dell’ICCOM-CNR di Pisa sono stati incaricati dall’Opera della Primaziale di eseguire una campagna diagnostica mirata alla rivelazione delle coordinate cromatiche con lo scopo di controllare gli effetti delle condizioni ambientali. I punti sottoposti a misura si riferiscono a campiture significative. Sulle zone selezionate non è stato condotto, in fase di misura, alcun tipo di trattamento superficiale, come spolverature o inumidimenti, prima o durante la rivelazione. La misura è stata effettuata utilizzando lo spettrofotometro KonicaMinolta Cm-2600 con l’illuminante standard D65. Il diametro dello spot di ripresa era di 3 mm, mentre l’angolo di osservazione di 10°.
Gli andamenti riscontrati confermano la stabilità del colore, con eventuali ingiallimenti e schiarimenti (il grafico mostra le variazioni di luminosità (L*) nelle ultime 5 campagne di monitoraggio relativamente a 15 punti di campionamento della zona ovest).

In generale, i “bianchi” hanno presentato variazioni quasi impercettibili a occhio nudo, gli incarnati hanno mostrato un primo segno di viraggio, mentre i rossi e i bruni sono i colori più modificati dall’ambiente.
In particolare, i tre punti che risultano leggermente coperti dal monumento posto di fronte alla parete sembrano meno modificati, mentre nella figura regale sopra il monumento ai caduti, ad eccezione della lumeggiatura bianca, si riscontra una generale differenziazione rispetto alle misure condotte nelle campagne precedenti, confermando l’instabilità di questa zona dell’affresco.
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
via Luigi Pirandello, 21 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
tel. 02 36526477 - fax 02 36526538 - info@csarcheometria.it