Scheletri bloccano la Linea 3 a Roma

Questa volta non è (solo) colpa delle note lungaggini che affliggono i lavori pubblici, a bloccare i lavori sulla linea 3, a poca distanza dalla Piramide Cestia, un importante rinvenimento archeologico – nemmeno troppo insolito nella capitale – in un cantiere tramviario in piazzale Ostiense. Si tratta di una necropoli cristiana risalente al I-II secolo d.C.
I primi a sorprendersi per quanto affiorato tutt’attorno ai binari del tram sono stati gli operai della Salcef – l’azienda che lavora nel cantiere su appalto dell’Atac – che si sono trovati di fronte a scheletri, ossa, crani integri, tra cui anche uno molto piccolo forse appartenente a un bambino, anfore e svariati frammenti di tombe. La scoperta più rilevante, che ha fatto da subito pensare a una necropoli, è stata il ritrovamento di uno scheletro intatto con le braccia conserte, la postura di un corpo che giace in un sepolcro.
I lavori alla linea si sono dovuti temporaneamente fermare per dare spazio all’intervento del Ministero dei Beni Culturali al fine di salvaguardare dagli agenti atmosferici e da eventuali malintenzionati, data l’assenza di sorveglianza nel cantiere, questi importanti reperti già raccolti, fotografati e catalogati in cassette di plastica.



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
via Luigi Pirandello, 21 - 20099 Sesto San Giovanni (MI)
tel. 02 36526477 - fax 02 36526538 - info@csarcheometria.it